Inizialmente considerati uffici effimeri, perché utilizzati per poche ore al giorno o alla settimana, alcuni spazi tendono ora a diventare veramente effimeri. E per una buona ragione: l'occasione fa il ladro! Questi spazi sono creati in base all'attualità e per accompagnare eventi specifici come il Roland Garros, oppure per far parlare di sé e creare allo stesso tempo l'evento.Possono anche essere utilizzati per creare un'atmosfera e un evento, come nel caso della partnership tra Anticafé e il marchio Perrier Energize. Inoltre, in un'epoca di spazi misti e di intensificazione degli usi all'interno dello stesso ambiente, gli spazi di coworking sembrano essere una delle soluzioni emergenti per accompagnare i progetti immobiliari nuovi o rinnovati. Spiegazione del fenomeno e descrizione di alcuni di questi spazi atipici ma emergenti.

Spazi di coworking effimeri: quali esigenze soddisfano?

Esistono diversi tipi di spazi di coworking effimeri e il loro trattamento dipende dalla loro finalità.

È infatti importante distinguere tra questi spazi alternativi, che possono essere di quattro tipi:

  • Spazi co-creati ex novo in relazione a uno specifico evento culturale o sportivo
  • Spazi di coworking che si trasformano per assumere i colori di un marchio per la durata di un evento
  • Spazi effimeri a lungo termine che occupano spazi non occupati
  • Spazi di coworking effimeri che rispondono a una situazione di emergenza

Mentre i primi due sono stati creati per offrire un'esperienza e rompere i codici abituali degli spazi di coworking, gli altri due rispondono più a considerazioni politiche ed economiche. Infatti, questi spazi di coworking effimeri sono previsti come una partnership win-win per i territori, che li vedono come un buon modo per rivitalizzare i loro quartieri e ricreare valore dove i cittadini vivono.Si tratta di una partnership vantaggiosa per i territori, che la considerano un buon modo per rivitalizzare i quartieri e ricreare valore dove i cittadini lo desiderano, o per soddisfare un'esigenza di occupazione temporanea di un sito. L'utilizzo di questa forma diurbanistica transitoria è anche un'opportunità per le autorità locali e i rappresentanti eletti di controllare l'occupazione del loro territorio. Così, non è più raro vedere terreni temporaneamente occupati da spazi di coworking durante la fase che precede l'avvio dei lavori di un programma o di un cantiere.

Anche per le aziende che ospitano i propri dipendenti si tratta di un'operazione vincente, poiché queste sedi godono generalmente di una posizione privilegiata.

Infine, l'ultimo tipo di spazio di coworking menzionato, definito aiuto di emergenza, offre una soluzione a problemi ritenuti temporanei. È il caso, ad esempio, della città di Mantes la Jolie, che nel 2018 ha profuso tutti i suoi sforzi per fornire ai suoi abitanti uno spazio di coworking temporaneo durante gli scioperi dei trasporti di fine anno. L'Agorà del Municipio è stata così trasformata in un'area di ricevimento. Allo stesso modo, durante i periodi di confino dovuti alla crisi dei covidi, si sono moltiplicate le iniziative sul territorio.

La cooperativa di interesse collettivo Plateau Urbain è particolarmente attiva in questo settore e si sta posizionando sullo sviluppo di soluzioni urbanistiche temporanee.

Scoprite gli spazi di coworking a Lione

Operazioni di coworking effimero straordinarie e vincenti

Uno spazio di coworking effimero al Parco dei Principi

Nel settembre 2021, WOJO ha offerto ai telelavoratori della regione di Parigi appassionati di calcio uno spazio di coworking effimero nel leggendario Parc des Princes. In collaborazione con il Paris Saint Germain, questo spazio pilota creato per 4 giorni ha vinto la sfida a pieni voti e i posti sono andati esauriti "con la stessa velocità dei biglietti per vedere Lionel Messi giocare la sua prima partita", secondo gli organizzatori. Gli uffici e gli spazi per le riunioni sono stati organizzati nelle sale e negli spogliatoi dei VIP e offrono una vista senza ostacoli sui prati del parco. Stéphane Bensimon, CEO del marchio, intende ripetere l'operazione in altri Paesi europei.

Questa operazione ha permesso a WOJO di farsi conoscere in un momento in cui i centri di coworking si sono moltiplicati e la concorrenza è spietata.Questa operazione ha permesso a WOJO di farsi conoscere in un momento in cui il numero di centri di coworking è aumentato e la concorrenza si è fatta più agguerrita, e di affermare la sua capacità di creare un evento per i membri dei suoi centri. Per il Parco dei Principi, questa operazione è stata un'opportunità per far fruttare parte dei costi dei suoi spazi.

Alla scoperta degli spazi di coworking a Parigi

Un'operazione rinnovata al Roland Garros da WOJO nel 2022

Inaugurato dal 16 al 20 maggio 2022 ai piedi dei campi da tennis del Roland Garros, uno spazio di coworking temporaneo firmato WOJO, in partnership con ACCOR, ha permesso di accogliere molti lavoratori nomadi in quest'altro luogo eccezionale. È stata un'occasione per mescolare il piacere con il lavoro e per garantire un incontro tra due serie o tornei. Per fare un ulteriore passo avanti nell'esperienza, a questi spazi sono stati aggiunti molti servizi aggiuntivi. Stéphane Bensimon ha confidato alle colonne di Hôtellerie Restauration che "all'inizio erano disponibili 750 posti di telelavoro, per una giornata o mezza giornata. Sono andati esauriti in poche ore, quindi ne abbiamo aggiunti 500. Sapevamo che questa offerta avrebbe avuto successo, ma siamo rimasti sorpresi dalla velocità con cui i posti sono stati prenotati.

E se questa offerta unica e limitata diventasse un modello completo che i coworking riservano ai loro membri premium? Il modello è ancora da definire, ma sembra promettente.

Perrier Energize crea l'evento con il suo coworking effimero

È all'interno dell'Anticafé la Fayette, nel 9° arrondissement di Parigi, che il marchio con le bollicine ha aperto il suo spazio di coworking effimero dal 16 al 20 maggio 2022 (sì, proprio nello stesso periodo di quello citato sopra). Questo spazio, gratuito al 100% durante l'evento, è stato interamente decorato con i colori del marchio, che ha colto l'opportunità di per presentare la sua ultima bevanda energetica rinfrescante e creare molti momenti di convivialità.

Molti altri marchi stanno investendo in spazi di coworking per allestire pop-up store o negozi effimeri, seguendo l'esempio dell'iniziativa realizzata nel 2015 da Le Petit Marseillais all'interno di CoWork, che è stata poi ampiamente replicata.

Queste partnership si stanno moltiplicando e fanno parte di una strategia di visibilità e differenziazione per i marchi di coworking, che vedono l'opportunità di offrire ai propri membri servizi nuovi ed esperienziali. È anche un'opportunità per gli spazi investiti di massimizzare l'uso dei loro m² e di riconsiderare realmente lo spazio in base alle esigenze. E cosa succederebbe se gli spazi di coworking effimeri assumessero un forte ruolo sociale e inclusivo?

Credito fotografico: Wojo

  • I migliori tetti di Parigi per lavorare quest'estate!
    12/07/2022

    I migliori tetti di Parigi per lavorare quest'estate!

    L'estate è arrivata, e se la metà di noi si sta dando da fare per lavorare sul proprio "corpo estivo", la metà di noi si sta dando da fare per lavorare sul proprio "corpo estivo".L'altra metà si chiede come sfruttare al meglio l'estate telelavorando sui tetti e sulle terrazze più belle della Francia.

  • Il boom degli spazi di coworking effimeri
    25/05/2022

    Il boom degli spazi di coworking effimeri

    Inizialmente considerati uffici effimeri, perché utilizzati per poche ore al giorno o alla settimana, alcuni spazi tendono ora a diventare veramente effimeri. E per una buona ragione: l'occasione è il motivo! Questi spazi sono creati in base all'attualità e per accompagnare eventi specifici come il Roland Garros, oppure per far parlare di sé e creare allo stesso tempo l'evento.Possono anche essere utilizzati per creare un'atmosfera e un evento, come nel caso della partnership tra Anticafé e il marchio Perrier Energize.

  • È possibile sviluppare la cultura aziendale da uno spazio di coworking?
    21/02/2022

    È possibile sviluppare la cultura aziendale da uno spazio di coworking?

    Se il telelavoro è una tendenza che si sta diffondendo, con una media di due o tre giorni a settimana, come possiamo mantenere una cultura aziendale forte e coinvolgente? È possibile anche far convivere diverse culture aziendali nello stesso spazio?